Attualità del Messaggio

santa-angela-messagio-nb

Esaltata ed amata dai suoi discepoli come impareggiabile madre e maestra, Angela da Foligno, dopo un periodo di silenzio, dovuto alle note lotte sull’ideale della povertà, riapparve nel panorama europeo attraverso i vari codici del suo Liber, tale da incominciare subito la pubblicazione e la traduzione nelle principali lingue moderne. Il messaggio che S. Angela ci lascia è che la sua spiritualità parte dall’affermazione centrale che “Dio è tutto Amore e perciò ama in modo totale” e che per corrispondere a questo amore non si dovrà fare altro che “seguire il Cristo che si è fatto e si fa ancora via in questo mondo; via (…) veracissima e diritta e breve”. Angela ha mostrato di aver chiaramente compreso che la profonda comunione con Dio non è un’utopia, ma una possibilità offerta che viene impedita solo dal peccato. Da ciò scaturisce la necessità di una costante e severa mortificazione per aderire all’amore di Dio, che è ogni bene e gioia per l’anima. Angela ha capito che questa unione profonda si realizza specialmente nell’Eucarestia, espressione altissima e misteriosa dell’Amore di Cristo per noi.

Ad Angela si guarda con interesse e simpatia anche perché corrisponde ad un rinnovato modello di santità. Le sue esperienze del Cristo crocifisso e “passionato” aprono all’uomo di oggi uno spiraglio straordinario su una realtà verso la quale, nonostante tutte le resistenze al soprannaturale e le contraddizioni che caratterizzano la nostra epoca, è orientato il cuore di ogni uomo. Conoscere sé ovvero il nulla sconosciuto, conoscere Dio cioè il Tutto sconosciuto, camminare sulla Via della Croce meditando la passione di Cristo e, attraverso il Cristo, salire fino all’unione perfetta con Dio, liberare il cuore dall’egoismo e dall’amor proprio per aprirlo all’amore universale, trovare la perfetta letizia nel perfetto dolore, ma soprattutto amare con quella carità che tutto e tutti abbraccia per abbracciare con gioia la povertà: ecco la spiritualità di Angela da Foligno.

Angela è soprattutto una mistica che nell’estasi ascolta tutta l’umanità e raccoglie nella sua piccola anima l’universo. Il suo occhio scruta le distanze sconfinate, le profondità immense, i misteri insondabili dell’esistenza umana, come la sovrabbondanza dell’amore di Dio e la sua universalità, il mistero della redenzione, del primo male e della predestinazione si susseguono davanti alla sua intelligenza come folgoranti intuizioni.

I mistici sono i canali per i quali la conoscenza della realtà filtra entro il nostro universo umano e un mondo totalmente intimistico sarebbe un mondo cieco e insano. Per l’uomo di oggi, che comincia a risentire più vivo l’interesse per l’ascetica e la mistica, Angela può divenire un’impareggiabile maestra e guida espertissima, perché la sua dottrina non ceda alle mode o al sentimentalismo ma conduce direttamente a Dio. Considerazioni queste che ritengo sempre attuali per tutti, per chi comincia il proprio cammino spirituale, e per chi è già avanti e con la guida dello Spirito, vuole continuare l’avventura della conoscenza dell’Amore di Dio nella sua vita, seguendo Cristo “la via breve”.